Timelapse del Murales realizzato dagli studenti dell IISS Majorana di Palese

Timelapse del Murales realizzato dagli studenti dell IISS Majorana di Palese.

Il murales di questo video (altre pareti sono in via di completamento) ha visto coinvolti gli alunni dei vari indirizzi (Audiovisivo e Alberghiero) che hanno dimostrato attitudine e interesse all’attività artistico-pittorica, affiancati da alunni Diversamente Abili ed altri con problemi di socializzazione e a rischio di dispersione scolastica.

Il lavoro ha coinvolto circa 25 persone per un totale di oltre 300 ore di lavoro.

Il timelapse invece, elaborato in 12 sessioni, è composto da una scelta di oltre 20000 immagini e realizzato con reflex Nikon.

Alunni partecipanti:

2Au - Marica Ciminale, Ilenia Mazzotta.

3Au - Alessia D'Asta.

3Bs - Sara Carbonara, Vito Cotugno, Angela Ranieri.

4BArt - Nadia Raimondi, Marianna Scarasciulli, Davide Stillavato.

4Au - Marco Pennelli, Domenico Tangari.

5Au - Angelica Lazzaro, Carmen Lopez, Annalisa Mastrangelo, Ciro Petrone, Marika Solidoro.

Docente tutor: Prof. Domenico De Cosmo

Timelapse di: Marika Solidoro

Editing: Domenico De Cosmo, Domenico Tangari.

 

 

I.T. is mine! P.C. I.

I ragazzi della III del settore Audiovisivo di Palese, P. Abbattista, A. D’Asta, L. De Tullio, F. Fiorentino e C. Saggese, guidati dal prof. L. Bonasia, hanno vinto il primo premio al concorso I.T. is mine! P.C.I. (Patrimonio Culturale Immateriale)- VI EDIZIONE– promosso dall’USR Puglia e AICA, per stimolare studenti e docenti a riflettere su come l’uso consapevole del digitale può contribuire a preservare e valorizzare i beni culturali intangibili/immateriali. L’UNESCO sostiene che il patrimonio culturale intangibile, trasmesso di generazione in generazione, fornisca un senso di identità e continuità, promuovendo così il rispetto per la diversità culturale e la creatività umana.

Gli studenti, in gruppo, hanno presentato un video (clicca qui per vederlo) basato sul tema delle orecchiette, prodotto-riferimento per i beni immateriali/intangibili del nostro territorio. La realizzazione di un servizio per il telegiornale, con un ritmo veloce e frizzante è partita dalla storia delle orecchiette e di come sono fatte, con immagini recuperate da Internet, è proseguita con l’intervista a Simona, signora barese esperta nel fare le orecchiette, si è conclusa con la video ricetta a cura del Prof. R. Mele docente di enogastronomia, realizzata nella cucina di Palese.

Siamo particolarmente orgogliosi di aver vinto il premio di 500 €, che sarà diviso tra gli studenti, con un prodotto così permeante la nostra tradizione enogastronomica, che resiste al passare del tempo e delle mode. Il docente referente, prof. Bonasia, a sua volta, potrà conseguire una certificazione AICA gratuitamente.

Anche questa volta, l’entusiasmo della Preside, dott.ssa Paola Petruzzelli, ha spinto gli studenti a dare il meglio di sé, confrontandosi con gli studenti di tutta la Puglia: partecipare è importante, ma vincere dà più soddisfazione! Bravi!

 


Mordi la Puglia...CON LA PUGLIA NEL CUORE: 5 giugno 2017

Lunedì 5 giugno, il nostro Istituto ha vissuto una giornata davvero intensa ed emozionante: dalla collaborazione con "Mordi la Puglia", associazione che riunisce persone che vogliono rilanciare un'immagine pulita della Puglia in Italia e nel mondo, grazie alle sue tante qualità ed eccellenze, è nata l'idea di questo evento. Dopo i saluti della Dirigente, dott.ssa Paola Petruzzelli, che ha caldeggiato l'iniziativa, nonostante fossimo alla fine delle attività scolastiche, si sono susseguite tante attività: i workshop "agricoltura sinergica" a cura di V. Dibenedetto e "l'olio extravergine d'oliva" a cura di P. Intini; gare di cucina tra gli studenti sulla preparazione della tiella di riso patate e cozze, tra cuochi per la preparazione della focaccia barese. Dopo la pausa in cui la giuria ha degustato la tiella per scegliere il primo classificato, si è parlato di pizza nel workshop "la pizza di qualità", a cura dell'associazione pizzaioli professionisti, che hanno anche dato origine ad uno show di pizza acrobatica. Alle 17 si è tenuto il talk-show "cucina, territorio e comunicazione al tempo di internet" con lo chef d. Caldarulo, S. Romano, console sud Italia e Sicilia Accademia Italiana Gastronomia Storica,G. Mastropasqua, direttore editoriale di Oroviaggiando.it.In collegamento via skype sono intervenuti Sonia Peronaci, fondatrice di Giallo Zafferano e Alex Revelli Sorini, giornalista e rettore dell'Accademia Italiana Gastronomia Storica. 

Momento divertente per gli studenti del serale è stata la gara tra tre sindaci del territorio nella preparazione della frittata.

Alle 20.30, a conclusione della giornata, "Cena degli Amici", nella sala ristorante della scuola, preparata e servita dai docenti e alunni dell'indirizzo alberghiero del San Paolo e Palese.

La giornata è stata un momento di ampliamento dell'offerta formativa per gli studenti del triennio, ma anche per i più giovani che hanno potuto constatare l'entusiasmo dei relatori nel promuovere i prodotti di qualità regionali e della tradizione barese.

E' doveroso ringraziare lo staff dirigenziale che ha organizzato gli aspetti pratici dell'evento, i dipartimenti di Sala, Cucina e Accoglienza che hanno lavorato e motivato gli studenti nella realizzazione della cena e nel suo servizio, la Preside e il signor S. Romano che hanno ideato la collaborazione e la realizzazione delle iniziative, docenti e alunni del settore audiovisivo che hanno assicurato riprese, foto, video dei momenti importanti, gli studenti che hanno partecipato, nonostante la giornata calda li attirasse su...altri lidi!

18891447 1063577043742252 6688329015654005171 o 

1 b 2b 3b 4b 4b1  5b 6b 7b

 

 

 

Gli studenti di Casamassima alle cantine Rivera per l'Alternanza scuola-lavoro

Sempre per i progetti di Alternanza scuola-lavoro, gli studenti dell’istituto alberghiero “Majorana”, sede aggregata di Casamassima, hanno realizzato un’altra uscita didattica presso l’azienda vinicola Rivera, con sede ad Andria.

Il 30 maggio i ragazzi iscritti agli indirizzi Sala e vendita e Accoglienza turistica, accompagnati dalla docente tutor Maria Grazia Giovane, nonché dal vicario Erminio Scarnera e dalla sottoscritta, hanno potuto ammirare una prestigiosa cantina, punto di riferimento dell’enologia pugliese, fondata negli anni Quaranta con l’intento di valorizzare e promuovere nel mondo il potenziale qualitativo della vitivinicoltura dell’area di Castel del Monte.

Questa visita in particolare, rappresentante la fase conclusiva di un percorso conoscitivo e emozionale elaborato nel corso dell’anno scolastico dalle classi terze attraverso l’Unità didattica di apprendimento “Federico II di Svevia, cavaliere del gusto e dell’intelletto”, si è prefissata gli obiettivi di far conoscere ai discenti l’ambiente della cantina, le moderne attrezzature enologiche e il processo di produzione del “nettare degli dei”, oltre che di far degustare, ai fini didattico-educativi, il pregiato vino “Puer Apuliae” (figlio di Puglia, così come veniva chiamato Federico II di Svevia), il tutto dopo aver effettuato, durante le esercitazioni pratiche di laboratorio, l’analisi organolettica di altri vini rosati e rossi della medesima cantina, che hanno accompagnato le preparazioni culinarie di un menu medievale elaborato dalle classi terze di Enogastronomia. Partecipazione e collaborazione (dietro ai fornelli) possono portare a eccellenti risultati, per la mente e per il palato... 

Scritto dalla prof.ssa Francesca Dell'Aia
rivera 1

rivera 2

Alternanza scuola-lavoro: gli studenti del “Majorana” di Casamassima in uscita didattica alla Med School di Ceglie Messapica

È l’Alternanza scuola-lavoro ad aver offerto l’ispirazione all’istituto alberghiero “Majorana”, sede aggregata di Casamassima, per la realizzazione di due uscite didattiche, svoltesi a coronamento di “un’esperienza formativa innovativa per unire sapere e saper fare, orientare le aspirazioni degli alunni e aprire didattica e apprendimento al mondo esterno”, volendo parafrasare quanto riportato sul sito del Miur.

Protagonisti, a due riprese, gli studenti di terzo superiore, impegnati, a seconda degli indirizzi, in visite guidate presso realtà aziendali pugliesi strettamente legate al mondo del turismo, della ristorazione e dell’enogastronomia. I ragazzi, la maggior parte dei quali, nell’anno scolastico in corso, hanno svolto ore di alternanza presso il ristorante Flunch (sito nel Parco Commerciale Auchan Casamassima) e che fino al quinto superiore dovranno proseguire lungo il percorso tracciato dai dettami della “Buona Scuola”, anche relativamente al rapporto scuola-lavoro, hanno così fatto tappa alla Med Cooking School di Ceglie Messapica (nel brindisino) e all’azienda vinicola Rivera, con sede ad Andria.

In particolare la prima delle due uscite didattiche, che, in data 29 maggio, ha riguardato gli alunni di Enogastronomia, accompagnati dal docente tutor Elio Savino, oltre che dai professori Giandomenico Convertini e Fabio Filograna, è consistita in una lezione/laboratorio sulla pasta fresca, durante la quale i ragazzi hanno potuto visionare degli impasti a base di uova con relativo taglio nei vari formati di pasta e in seguito seguirne anche la cottura e procedere a degustazione finale. Lo scopo principale legato alla visita della struttura, riconosciuta a livello internazionale con l’onorificenza della ‘Forchetta d’oro’, è stato quello di dare la possibilità agli studenti di ampliare il proprio bagaglio tecnico di settore. 

Scritto dalla prof.ssa Francesca Dell'Aia

p1080884

img 20170529 115248

IMG 20170529 115441

p1080913

p1080914

img 20170529 121514

p1080922

img 20170529 124057

p1080931

p1080949

p1080962

 

“Sulle tracce di don Sante”: successo al concorso per il “Majorana” di Casamassima

Una chiusura perfettamente in linea con l’impegno, la dedizione e la passione sempre dimostrati dalle scuole casamassimesi quella che ha visto protagonisti, all’unisono, alunni e docenti di “Marconi”, “Rodari” e “Majorana” lo scorso mercoledì 31 maggio, quando in pieno centro cittadino, a Casamassima, ha avuto luogo la fase conclusiva del concorso “Sulle tracce di don Sante”, ideato e realizzato da Elena Maria Valentino, in collaborazione con Peppino Carelli e Mario De Matteo.

Il concorso in questione, promosso dalla locale fondazione dedicata al monsignore, è stato rivolto ai giovani e in particolare alle scuole del territorio di ogni ordine e grado e si è posto l’obiettivo di far conoscere alle nuove generazioni, per mezzo di un percorso storico-culturale, la figura di don Sante Montanaro e l’impegno da lui profuso, sia in Italia che a Casamassima, in particolare in favore dei giovani.

Classe 1916, nel 1972 don Sante ricoprì infatti il ruolo di assistente ecclesiastico presso la Primaria associazione cattolica artistica-operaia, nel cui ambito organizzò nove seminari di studi dal tema “Cultura e società”, insieme a numerosi corsi post-universitari nei settori delle lettere, delle scienze e delle arti, frequentati all'anno da 400 ragazzi neolaureati, mentre dal 1993 al 2000 lo stesso si fece promotore a Casamassima, suo paese natio, di ben otto estemporanee e rassegne di arte, nelle quelle furono esposti i lavori di centinaia di artisti, la maggior parte dei quali giovani.

Articolato in sezioni di prosa, poetica, arte visiva ed elaborazione multimediale, il concorso dedicato a don Sante aveva chiamato a raccolta tutti gli studenti del territorio affinché ideassero opere (racconti brevi, ricerche, relazioni, dialoghi, poesie in italiano o in vernacolo con relativa traduzione, disegni, pitture, sculture, fotografie, installazioni, ipertesti o video) a lui ispirate, il tutto prendendo spunto da un’uscita didattica in paese comprendente la visita dello storico Palazzo Monacelle a cura di Rosa Rizzi (tra libri e quadri, lascito di don Sante) e il giro nel centro storico in compagnia della guida Gianni De Tommaso.

 

Tra i lavori pervenuti, in seconda battuta, la giuria avrebbe dovuto formulare una vera e propria graduatoria, decretando la classe, o la scuola, vincitrice. Ma così non è stato, perché la fondazione, colpita dalla bellezza e dall’originalità dei lavori realizzati, ha deciso di premiare tutte le opere in gara, che sono state esposte in una mostra allestita proprio in occasione della cerimonia di premiazione. Eccellenti sono stati giudicati i prodotti artistici e creativi presentati dalla nostra sede aggregata, che è stata omaggiata con un video proiettore munito di telo e usb.

 

Scritto dalla professoressa Francesca Dell’Aia

 

Foto: Associazione “A. C. Photographers”

premiazione 2

premiazione 12

premiazione 9

premiazione 11

premiazione 4

premiazione 15

 

iscrizionionline3 

- Iscrizioni on line

- Orientamento

- Iscrizione anni successivi
- Perfezionamento iscrizioni
- Iscrizioni al serale

 

42

L'istituto ha inaugurato il primo albergo didattico d'Italia ricavato in un plesso della scuola che ha ...

www.majoranahotelschool.it

Terza AREA

La terza area è l’elemento caratterizzante della nostra scuola. Vi permette di conseguire un secondo diploma approvato ...

Login



Facebook You tube Rss feed Telemajorana







I.I.S.S. "Ettore Majorana" di Bari - BAIS03200B | Sede legale Via Tramonte,2 Bari-S.Paolo - 70100 Bari | C.F. 93248140720 - P.I. 06731010721
Powered by Joomla!®. Designed by: joomla 1.6 templates web hosting Valid XHTML and CSS.